SERVIZI

TUTTI I LIBRI

Il sito è aggiornato al: 13-09-2019 feed rss
Articolo
Quantità
Prezzo
TOTALE
TOTAL € 0
Aggiungi altri libri
Aggiungi altri libri Check-out phase 2: login
PER MEMORIZZARE LA LISTA DEI LIBRI: ACCEDI con email e password
(se è la prima volta REGISTRATI )
Leggi tutte le informazioni su come memorizzare il carrello
Feedback
2019-09-10 09:45:02
ottimo sotto tutti gli aspetti

ZOCCO RAMAZZO G.



Leggi tutte le testimonianze
Ultimi Arrivi
In anteprima i libri più interessanti:


Guarda tutta la vetrina
Ricerca avanzata
Puoi trovare i libri anche per argomento, autore, titolo, editore, anno di edizione, codice, fascia di prezzo e ultimi arrivi



Inizia la tua ricerca!
Contattaci
Parla con noi:
3273675355
0119604444
+393273675355

Scrivici:
Whatsapp
ti.irbiloilgogreb@ofni
Scrivici dal sito
Cataloghi GRATIS

 

Acquaforte
Antiporta
Barbe
Bibliofilia
Bibliofilo
Capilettera
Capitello

Cuffia
Ex-libris
Finalino
Frontespizio
Incisione
Legatura
Legatura d'amatore
Litografia

Marca tipografica
Marmorizzatura
Nervetto
Margini
Sguardie
Tagli
Testatine
Xilografie

 

 


Acquaforte: indica una illustrazione stampata con incisione su rame. Il processo chimico con cui viene ottenuta utilizza acido nitrico (acquaforte). Di solito le copie sono in numero limitato e hanno valore artistico; rispetto alle altre incisioni non presentano impronte sul retro e appaiono assai più fini.


Antiporta: pagina che precede quella del frontespizio nei libri del Seicento e Settecento. Può essere una tavola incisa o una pagina senza fregi che contiene al centro il titolo abbreviato dell'opera o un motto.

 

 

 

 

Antiporta

 

 


Barbe: sono le irregolarità dei margini delle pagine che si trovano nei libri non rifilati. Sono intonsi i libri i cui fogli conservano le barbe e non sono stati rifilati. Gli altri libri, i cui fogli vengono pareggiati lungo i margini, sono rifilati.


Bibliofilia: amore per i libri, in particolare per i libri antichi, i libri rari e le belle legature.


Bibliofilo: colui che ama i libri, specialmente antichi, rari e di pregio.

 

 

 

 

 

 

Capilettera Capolettera: è la prima lettera, riccamente ornata, di corpo maggiore delle altre, che figura al principio di un periodo o di un paragrafo. Frequente nei libri di antica edizione, talvolta ancora usata in edizioni artistiche.

 

 

 

 

Torna su

 


Capitello: in una legatura è il cordoncino di rinforzo che sporge ai due estremi del dorso.


Cuffia: nella legatura di un volume è il piccolo risvolto di pelle, tela o di carta che si vede in testa e coda del dorso dei libri rilegati (vedi disegno sopra).

 

 

 

 

 

Exlibris
Ex Libris: espressione latina che seguita dal nome del proprietario del libro significa "questo è uno fra i libri di...". L'ex libris è un contrassegno personale che viene applicato ai libri di una biblioteca. Può contenere un disegno allegorico o un motto e nome del possessore. In genere l'ex libris è collocato sul piano interno della copertina o sul frontespizio.

 

 


Finalino (cul-de-lampe o finale): ornamento con forma simile a un triangolo rovesciato che i compositori tipografi sogliono collocare in fine di un capitolo o una parte di un libro per eleganza e per riempire un eccessivo vuoto della pagina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Frontespizio

Frontespizio: dal latino frons, frontis, fronte e aspicere, riguardare, è la prima pagina di un libro che contiene il nome dell'autore, titolo e solitamente anche le note tipografiche. Quando il libro ha anche l'antiporta il frontespizio diventa propriamente la terza pagina di un libro (la seconda stampata).

 

 

 

 

 

 

 

Marca tipografica

Incisione: nome generico di ogni figura che illustra un libro e che è stata stampata su un disegno intagliato nel legno o riprodotto su lastra metallica. A seconda del materiale utilizzato (rame, legno o pietra) è diverso l'effetto ottenuto.

 

 

 

Torna su

 


Intonso: volume intatto a cui non sono state tagliate le piegature dei fogli e le cui pagine risultano "attaccate" tra loro lungo il margine esterno. Questa caratteristica può riscontrarsi in libri d'epoca e stampati fino al 1950 circa.
E' indicazione di un libro mai stato letto ed a lungo accuratamente preservato.
Il libro intonso e pregiato si può conservare chiuso per motivi collezionistici.
E' possibile farne rifilare leggermente i margini in legatoria o eventualmente separare manualmente le pagine con un tagliacarte, con accortezza e delicatezza, al momento di leggerlo per la prima volta.

 


Legatura: nell'immagine illustriamo le parti della legatura

 

 

 

 

Legatura

a - piatto anteriore
b - piatto posteriore
c - dorso
d - taglio superiore o ''testa''
e - taglio inferiore o ''piede''
f - angolo
g - cuffie
h - capitello
i - nervetti

 

 

 

Legatura d'amatore

 

Legatura d'amatore: è una legatura di particolare pregio, fatta eseguire a regola d'arte dal collezionista bibliofilo.

 

 


Litografia: dal greco lithos pietra e grafo scrivo. Il principio e' estremamente semplice: sfruttando un particolare tipo di pietra, opportunamente levigata e quindi disegnata con una matita grassa, si ha la peculiarita' di trattenere nelle parti non disegnate un sottile velo d'acqua, che il segno grasso invece respinge. Passando l'inchiostro sulla pietra cosi' trattata, esso e' respinto dalle parti inumidite e trattenuto dalle parti grasse. Al torchio, percio' il foglio di carta riceve solo l'inchiostro che si deposita sulle parti disegnate e non sulle altre.

 

 

 

 

 

 

 

 

Marca tipografica

 

Marca tipografica: è l'insegna che editori, tipografi e librai stampavano sui frontespizi dei loro libri per garantirne l'autenticità. Le marche tipografiche rappresentavano disegni allegorici spesso accompagnati da motti in latino che identificavano lo stampatore e rendevano unico il volume contrassegnato.

 

 

 

 

 

 

Margini

 


Margini: parti del foglio di carta che restano bianche attorno ad una pagina scritta o stampata. ''Pieni margini'' sono, in un libro antico, i fogli che non sono stati rifilati dal legatore.

 

 

 

Torna su

 

 

Marmorizzatura Marmorizzatura Marmorizzatura

 


Marmorizzatura: coloritura a marmo. E' l'operazione che compie il rilegatore per dare l'aspetto del marmo alla superficie dei tagli e dei piani di un libro e, per estensione, è la coloritura non unita (marmorizzata) di queste parti del volume. Viene spesso usata nelle legature d'amatore per la bellezza e il pregio che conferisce al libro.

 

 

 

 

 

Dorso con nervetti

 


Nervetto: sporgenze orizzontali sul dorso della legatura formate dall'intreccio delle corde della cucitura. La funzione è di consolidamento della legatura e ornamentale.

 

 

 

 

 

 

Sguardie

 


Sguardie: sono i due fogli di carta colorata che ricoprono le facce interne dei piani di una coperta da una parte e dall'altra di un volume rilegato. Nelle rilegature di lusso le facce interne possono anche essere foderate con pelle, con seta, ecc.

 

 

 

 

 

 

Taglio dorato

 


Tagli: sono le tre parti che consentono l'apertura di un libro: superiore, inferiore e taglio a destra (che apre il libro). I tagli i cui margini siano stati rifilati, possono presentare svariate colorazioni. La coloritura ha anche una ragione logica, oltre alla maggior ricchezza della rilegatura: ricopre e rende impenetrabili gli impercettibili spazi tra i fogli e impedisce la penetrazione della polvere e di microscopici insetti nocivi. Nella foto a sinistra: tagli dorati nell'Annuario Militare del Regno d'Italia (1914).
 

Taglio superiore colorato Curiosità bibliografica: fino al XVII secolo i libri erano rilegati in pergamena molle e nelle biblioteche venivano impilati uno sull'altro. Per questo motivo i libri d'epoca presentano spesso il titolo trascritto sul taglio inferiore. Nella foto a sinistra: tagli dorati nell'Annuario Militare del Regno d'Italia (1914). Nella foto a sinistra: tagli rossi decorati nel Messale edito a Parigi (1867).

 

 

 

 

 

 

Testatina

 


Testatina: figura ornamentale, spesso incisione, collocata all'inizio di ogni capitolo. A volte e' un'immagine allegorica in tema con l'argomento dell'opera.

 

 


Xilografia (o silografia) dal greco xylon-legno e grafo-scrivo: indica una illustrazione stampata con incisione intagliata su legno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi migliorare questa pagina?


Nel caso tu avessi altre voci utili da aggiungere ti invitiamo a scriverci

 

 

 

 

 

 

 

Torna su

 

 

 

 

 

Nell'utilizzare il sito si conferma di aver letto, compreso, accettato la normativa sulla Privacy e utilizzo dei cookies

BERGOGLIO LIBRI D'EPOCA | TEL. 011/9604444 - 011/9604580 | P.IVA 05440270014
Sito a cura di Accomazzi.net | Copyright © 2004-2018 Bergoglio Libri d'Epoca
Facebook Twitter Instagram